Vai al contenuto
Home » Blog » ELISA CAVALLARO È LA NUOVA SEGRETARIA GENERALE DELLA FILCAMS CGIL ROVIGO

ELISA CAVALLARO È LA NUOVA SEGRETARIA GENERALE DELLA FILCAMS CGIL ROVIGO

ELISA CAVALLARO È LA NUOVA SEGRETARIA GENERALE DELLA FILCAMS CGIL ROVIGO

Questa mattina l’Assemblea Generale dei delegati e delle delegate Filcams Cgil ha eletto all’unanimità Elisa Cavallaro come Segretaria generale, alla presenza del Segretario generale della Camera del lavoro di Rovigo, Pieralberto Colombo, e della Segretaria generale della Filcams Cgil del Veneto, Cecilia de’Pantz.

Cavallaro riceve il testimone da Franca Beggiao, che è stata la prima donna a guidare la categoria nel Polesine, ora chiamata a ricoprire un altro incarico. “Ricoprirò questo ruolo con grande entusiasmo”, ha dichiarato la Segretaria neo eletta. “Intendo operare in continuità con il lavoro finora svolto da Franca, lavorando fianco a fianco con i delegati e le delegate che sono il nostro filo diretto coi luoghi di lavoro. Il nostro impegno sarà quello di essere un punto di riferimento per lavoratori e lavoratrici dei nostri settori, nella tutela degli stessi, agendo sulla contrattazione individuale e collettiva per migliorare le condizioni di lavoro.” “La scelta di Elisa è una scelta condivisa, che punta a proseguire la crescita della categoria in questo territorio”, commenta soddisfatta Cecilia de’Pantz.

Di seguito una breve biografia della nuova Segretaria generale Filcams Cgil Rovigo, Elisa Cavallaro.

Elisa Cavallaro (42 anni, originaria di Rovigo) inizia il suo percorso sindacale come delegata all’interno di una cooperativa di servizi culturali, nel 2010. Entra in Filcams nel 2015, dove nel corso degli anni si occupa della gestione di diversi settori, dal turismo ai multiservizi. Dal 2019 fa parte della segreteria confederale della Cgil di Rovigo, con delega alle politiche Giovanili, terzo settore ed associazionismo, politiche di genere e pari opportunità e nuovi diritti. È la seconda donna a guidare la categoria del commercio, turismo e servizi nella provincia di Rovigo, dopo Franca Beggiao.