Vai al contenuto
Home » Blog » 10.000 PERSONE IN PIAZZA A PADOVA PER LO SCIOPERO PROCLAMATO DA CGIL E UIL

10.000 PERSONE IN PIAZZA A PADOVA PER LO SCIOPERO PROCLAMATO DA CGIL E UIL

10.000 PERSONE IN PIAZZA A PADOVA PER LO SCIOPERO PROCLAMATO DA CGIL E UIL

Diecimila persone in piazza a Padova per lo sciopero nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori del Comparto Pubblico, Istruzione e Ricerca, Trasporti, Igiene Ambientale, Poste, Consorzi di Bonifica, proclamato da Uil e Cgil e alla quale hanno aderito anche gli studenti dell’Udu e della Rete degli Studenti.
 
“Le persone che vivono di lavoro o di pensione – dichiara Tiziana Basso (segretaria generale Cgil Veneto) – subiscono una crisi sociale sempre più grave, su cui il Governo fa finta di nulla, pensando di cavarsela con la propaganda. Ma la propaganda non aumenta i salari dei dipendenti pubblici, non finanzia scuola e sanità, non abolisce la Legge Fornero. Servono risorse e occorre andare a prenderle dove ci sono: evasione fiscale, extra profitti, rendite finanziarie e immobiliari. Non ci firmeremo finché non avremo risposte”.
 
“Partecipazione altissima – commenta il segretario generale Roberto Toigo – che dimostra innanzitutto la bontà delle nostre motivazioni: questa manovra è iniqua e non dà risposte a nessuno, dai giovani agli anziani, dai lavoratori ai pensionati. E poi abbiamo voluto difendere il diritto costituzionale di manifestare e scioperare, che in questi giorni qualcuno ha tentato di mettere in discussione”.
 
L’appuntamento è a venerdì prossimo, 24 novembre, quando sciopereranno lavoratrici e lavoratori di tutti i settori privati del Nord.