Vai al contenuto
Home » Blog » Il Pane e le Rose 2023: solidarietà per chi lavora il 1 maggio

Il Pane e le Rose 2023: solidarietà per chi lavora il 1 maggio

il pane e le rose 2023: Solidarietà per chi lavora il primo maggio

Lunedì 1 maggio, Festa dei Lavoratori, Filcams Cgil Veneto insieme alle ragazze e i ragazzi dell’Unione degli Universitari e della Rete degli Studenti Medi distribuirà una rosa solidale alle lavoratrici e ai lavoratori del commercio e della grande distribuzione organizzata costretti a lavorare nel giorno della loro festa.

Sono ancora molti, troppi, gli esercizi commerciali che decidono di restare aperti anche nei giorni festivi, impedendo ai loro dipendenti di conciliare con dignità i tempi di vita e di lavoro. Una situazione che se già risulta grave nel corso dell’anno, nella giornata-simbolo del movimento dei lavoratori diviene intollerabile.

L’iniziativa “Il Pane e le Rose” mira non solo a richiamare all’ordine gli attori economici e istituzionali e sensibilizzare i consumatori, ma anche ad esprimere una sincera vicinanza verso chi non ha la possibilità di godersi il meritato riposo durante questa festività.

“L’importanza della festa del Primo Maggio continua ad essere ignorata da singoli esercenti che decidono di tenere aperti i loro esercizi commerciali senza considerare gli effetti negativi che questa privazione ha su lavoratori e lavoratrici, costretti e costrette a lavorare in un giorno di festa e di lotta”, dichiara Cecilia De Pantz, segretaria generale Filcams Cgil Veneto. “Continueremo a promuovere e sostenere questa iniziativa solidale finché non si inizierà a discutere seriamente un modello di commercio in grado di restituire il giusto valore alle domeniche e alle festività.”

Marco Nimis, coordinatore regionale della Rete degli Studenti Medi del Veneto, aggiunge: “Ci rifiutiamo di cedere a un’idea di lavoro privo di un’equa retribuzione, non attento al rispetto dei diritti e del tutto disinteressato alla tutela dell’integrità psico fisica. Il primo maggio decidiamo di passarlo a fianco di chi lavora anche quando non dovrebbe farlo, a chi viene invisibilizzato e privato del suo tempo e riposo. In una giornata come questa anche solo un rosa può essere in grado di ricordare che non si è da soli”.

Di seguito l’elenco degli appuntamenti previsti nei capoluoghi veneti:

  • Treviso, Piazza dei Signori, ore 9

  • Vicenza, Corso Palladio, ore 9

  • Belluno, Piazza dei Martiri, ore 9

  • Verona, Piazza Dante, ore 9.30

  • Padova, Piazza dei Signori, ore 10

  • Venezia, Centro Commerciale Le Porte di Mestre, ore 10

  • Rovigo, Piazza Matteotti, ore 17